giovedì 21 agosto 2008

Lamponi e cioccolato

Ore 8.30 del mattino: suona il campanello mentre sono ancora a letto, con un occhio aperto e l'altro chiuso. "Chi è?", chiedo a Mara che già è in cucina a preparare il caffè. "Valeria.", risponde, credo pure lei con un occhio aperto e l'altro no.
Valeria? Alle otto e mezza del mattino? M'infilo qualcosa per poter andare ad aprire la porta e me la vedo uscire, sorridente come sempre, dall'alscensore con una busta in mano..."Ti ho portato i lamponi, adesso devi fare la torta..."

Già, gliene avevo parlato l'altro giorno al mare della torta cioccolato e lamponi di Nigella Lawson perché tempo fa era minuziosamente descritta in un articolo su una rivista, non di cucina, e mi aveva incuriosito la modalità di preparazione, peraltro abbastanza diffusa nelle ricette anglosassoni, che consiste nel dividere gli ingredienti secchi da quelli liquidi e poi miscelarli insieme; in questo caso, poi, mi piaceva l'idea di utilizzare il caffè, "devo farla qualche volta...", le avevo detto sotto un sole che a dire il vero non faceva venir voglia di torte al cioccolato. Ma lei, Valeria, che è decisamente una chocolate addict, non si è fatta scoraggiare dal sole né tanto meno si è fatta pregare e, recuperati i lamponi, ha vinto quel substratum di pigrizia e mollezza che spesso mi porta a dire ciò che dovrei fare, ma non a farlo... dunque, in onore della sua risolutezza, che torta sia (con qualche piccola, lieve variatio dovuta alla disponibilità degli ingredienti nel frigorifero...).




Torta di lamponi e cioccolato
180 g di farina manitoba
40 g di cacao amaro
1 bustina di lievito per dolci
1,7 dl di caffè
1,7 dl di acqua
160 g di zucchero semolato (la ricetta originale prevede 60 g di zucchero normale e 100 g di zucchero di canna)
100 g di burro
220 g di cioccolato fondente (anche qui, io avevo solo una misera tavoletta in casa... perciò 100 g)
2 uova
250 g di lamponi (nella ricetta di Nigella la dose di lamponi era come quella del cioccolato, cioè 220 g, ma io ho usato tutto il cestino che mi ha portato Valeria)
1 pizzico di sale

In una ciotola setacciate la farina con il cacao e il lievito. A parte, in un pentolino, scaldate il caffè con l'acqua, il burro, lo zucchero e il cioccolato fondente. Quando lo zucchero sarà completamente sciolto e il composto ben fluido e legato, spegnete e fate intiepidire. Nel frattempo, lavate e lasciate sgocciolare bene su un canovaccio i lamponi, imburrate e infarinate uno stampo tondo o a ciambella.
Miscelate, utilizzando una frusta a mano, gli ingredienti secchi con il composto di cioccolato e caffè, quindi incorporate, uno alla volta, le uova intere e unite un pizzico di sale. Versate metà dell'impasto nello stampo, disponete i lamponi e coprite con il resto.
Cuocete la torta nel forno già caldo a 180 °C per 50 minuti. Lasciate raffreddare e spolverizzate di zucchero a velo prima di servire.

allora, Vale, ti è piaciuta?

1 commento:

Valeria ha detto...

Mi è piaciuta moltissimo! Io e i miei due momentanei ospiti australiani ce la siamo sbaffata ieri sera (è vero, era caldo, ma non ci siamo scoraggiati) e non credo resisterà ancora a lungo la povera fettina avanzata...