domenica 3 agosto 2008

Senza cuore che gusto c'è...

Al sur, i bocconotti sono, come dire, quasi un'istituzione dolciaria.
Si fanno in casa (e ognuno ha la sua versione, la sua ricetta sia per la pasta sia per il ripieno), ma si possono trovare anche nei panifici o nelle pasticcerie. Quando ero bambina e andavo in vacanza da mia zia Immacolata, detta 'Maculà, ogni 2 giorni il marito, nonché mio zio, arrivava al mare verso le otto di sera con un carico di dolci vari (bocche di leone, sospiri, cornetti e brioches...pues, aveva una pasticceria...) e, tra tutti, io non aspettavo che i morbidi bocconotti, col ripieno di crema pasticcera e amarena. Col tempo, li ho cercati e li ho trovati di tutti i tipi, verificando che sono dolci molto diffusi in tutte le regioni meridionali; tra tutti quelli che ho provato, oltre ai mitici del Bar del Sole di zio Aldo (che ora non esiste più!) ho una predilezione per la ricca versione abruzzese. E oggi ve la propongo, con la solita personale variazione:-)...trovatela voi!




Per la pasta:
130 g di burro
100 g di farina
100 g di mandorle macinate finissime
3 uova
130 g di zucchero

Per il ripieno:
80 g di mandorle macinate finissime
80 g di amaretti
1 limone
100 g di cacao amaro
2 bicchierini di liquore Strega
40 g di zucchero a velo

Spezzettate 100 g di burro ammorbidito, poi mettetelo in una ciotola con la farina setacciata e con le mandorle, 2 uova e 1 tuorlo e 80 g di zucchero. Lavorate gli ingredienti fino a quando l'impasto sarà liscio e dividetelo in due parti, una il doppio dell'altra. Stendete quella più grande a uno spessore di mezzo cm.

Ungete con il burro rimasto alcuni stampini di forma ovale, spolverizzateli con poca farina e foderateli con la pasta stesa.

Sbriciolate gli amaretti e grattugiate la scorza del limone, poi mettete tutto in un tegamino insieme con le mandorle macinate, il cacao setacciato, lo zucchero rimasto e lo Strega. Mescolate il composto con un cucchiaio di legno su fuoco dolce, fino a renderlo morbido e
consistente.

Riempite gli stampini con questa farcia e chiudeteli con il resto della pasta stesa allo stesso spessore. Cuocete i bocconotti nel forno già a 180 °C per 30 minuti, fateli raffreddare e spolverizzateli con lo zucchero a velo. Provare, per credere, come diceva un signore qualche anno fa...

Nessun commento: