martedì 26 agosto 2008

Tra oriente e occidente

Io mi diverto con poco. Soprattutto se riesco, cucinando, a trovare formule che permettono di integrare sapori e tecniche di altre cucine con il nostro gusto e con gli abbinamenti delle nostre cucine regionali. Se poi quest'operazione serve a utilizzare alcuni alimenti che mi piacciono molto, come la carne di maiale, le mandorle, il limone e il riso basmati, bè, allora è fatta. la sessione gastronomica diventa una ricarica energetica: mi sento ancora più soddisfatta di me, e quindi felice.
Certo, l'abbinamento qui proposto potrebbe non essere gradito a molti palati, perché il limone, che io impiego in grande quantità, rischia di conferire un retrogusto leggermente amaro al riso, ma ho cercato di mitigare l'effetto con la dolce cipolla rossa di tropea. E le delicate mandorle, poi, abbinate alla saporita carne di maiale, contribuiscono a compensare, se ve ne fosse bisogno, il gusto "forte" del riso cotto al forno con la buccia del limone. Insomma, l'insieme mi ha convinto e la food session ha raggiunto il suo obiettivo: la noia della mattinata è sparita nel tempo della preparazione, il sorriso è tornato, anche sul volto dei miei commensali.
Potete servirlo il piatto all'italiana o, come ho fatto io, alla giapponese (che – diciamocelo francamente – c'entra poco col contenuto del piatto, ma fa sempre “chic”).



Lombata alle mandorle con riso al limone
(per 4 persone)
400 g di lombata di maiale a fette
1 dl di vino bianco
30 g di mandorle macinate
20 g di pangrattato
80 g di queso curado de oveja (sostituibile con un pecorino italiano, non troppo piccante)
1 cipolla rossa
20 g di burro
250 g di riso basmati
mezzo limone
sale
olio extravergine

Tritate metà della cipolla rossa e fatela diventare lucida e quasi trasparente nel burro, quindi aggiungete il riso basmati, lasciatelo tostare per 2 minuti e aggiungete la buccia del limone grattugiato, più 1 cucchiaio di succo filtrato. Fate insaporire a fuoco medio e trasferitelo in una pentola di pyrex dotata di coperchio. Allungate con dell'acqua salata (in quantità doppia del riso). Coprite e mettete nel fono a 180 °C fino a che l'acqua sarà stata completamente assorbita (di tanto in tanto mescolate, in modo da sgranare uniformemente il riso).

Poco prima che il riso sia pronto, stendete le fettine di lombata su un tagliere, salatele e pepatele e disponete al centro di ognuna un bastoncino di queso. Arrotolate formando un involtino e passate la carne nel pangrattato mescolato con le mandorle macinate finissime. Spolverizzate con poco sale anche l'esterno e fate rosolare gli involtini nel burro spumeggiante, girandoli delicatamente per non farli aprire. Quando saranno dorati, sfumate con il vino, coprite e fate cuocere per 8-10 minuti.

Per servire: tagliate 2 fette sottili di limone, passatele nello zucchero e fatele caramellare in un padellino antiaderente, quindi disponetele a fianco del riso, che accompagnerete alla carne.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Maria, che dire? Sei mitica!!! Allora a quando la cena paradisiaca??
baci
glo

mariuzza ha detto...

hehehe... gloriuccia, la cena per te, ya sabes, c'è sempre. Quando vuoi. La prossima settimana sono in giro tra puglia e calabria, ma poi torno e organizziamo, vale? Beso

Anonimo ha detto...

Anch'io voglio la cena di Mariuzza!!! Mariuzza sei tutti noi!
Gius