mercoledì 1 ottobre 2008

E se sballa l'insalata di riso?

Premesso che ci potete mettere tutto quello che vi aggrada, nell'insalata di riso, dalle verdure fresche ai sottaceti, dal tonno al prosciutto, dalla frutta al formaggio. Premesso che la composizione del "mosaico" è dettata dal gusto personale, oltre che dalla disponibilità della materia prima, per cui il risultato finale può propendere per sapori dolci, piccanti, saporiti o quant'altro. Ciò premesso, a volte le aspettative non sono attese, nel senso che uno pregusta la predominante di uno o più sapori e si trova ad avere a che fare con un'altra cosa. Per fortuna non sempre si tratta di delusione palatale... e stavolta è andata così. Nella giusta dose, a me piace anche l'amarogonolo e, non ho ancora capito perché, questi sformatini di riso freddo avevano un piacevole retrogusto amarognolo, mitigato nell'assaggio dalla dolcezza dei pomodorini caramellati. Che siano state le olive nere spagnole? I peperoni arrostiti? Il pesto di pistacchio che, effettivamente, già la prima volta mi aveva lasciato questa sensazione in bocca? O forse proprio il mix degli ingredienti utilizzati? Boh! Non l'ho capito, però è piaciuto, perché tutto sommato il piatto ha un suo equilibrio... anche fisico: la pensata di mettere in forma il riso freddo ha funzionato... e mi ha permesso, come dice Giuseppe, di... "sfogare":-)))

Sformatini di riso freddo ai peperoni e pesto di pistacchi



(per 4 sformatini)
100 g di riso basmati
2 peperoni gialli piccoli
80 g di tonno sottolio
1 manciata di olive nere
1 cucchiaino da tè di pesto di pistacchi
50 g di provolone dolce
1 cucchiaio di succo di limone
3 cucchiai di olio extravergine
pomodorini caramellati per guarnire

Accendete il forno a 200 °C e cuocetevi per 40 minuti i peperoni ben lavati e asciugati lasciandoli interi: fateli abbrustolire completamente e quando si saranno afflosciati, avvolgeteli in carta da forno o di giornale, fateli raffreddare completamente e spellateli, privateli dei semini interni e divideteli in falde sottili.

In una casseruola mettete a cuocere a freddo il riso con il doppio del suo peso di acqua leggermente salata, fate raggiungere il bollore e lasciate che tutto il liquido venga asoorbito, quindi spegnete e lasciate intiepidire, mescolando spesso con una forchetta perché il chicchi non si attacchino tra di loro (eventualmente aggiungete un cucchiaio d'olio, ma se spegnete al momento giusto il riso non dovrebbe "appallottolarsi").

In una ciotola snocciolate e tagliate a pezzettini le olive, quindi aggiungete anche il tonno ben sgocciolato, il provolone a dadini e il riso. Condite con il pesto di pistacchi sciolto con l'olio extravergine e unite anche i peperoni, infine profumate con l'origano sbriciolato e spruzzate con il succo di limone.

Lavate i pomodorini e tagliateli a fettine sottili; spolverizzateli con poco zucchero e passateli sotto il grill ben caldo per 10 minuti. Nel frattempo, riempite con il riso un disco tagliapasta tondo (più o meno alto, a seconda dei gusti... io qui ho provato i miei nuovi che formano delle torrette).
Schiacciate bene con il dorso del cucchiaio e lasciate in forma per 20 minuti in frigorifero. Al momento di servire, sfilate il tagliapasta, decorate con i pomodorini e portate in tavola.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Come al solito mi viene l'acquolina!!! Tesò fatti viva che ci vediamo ok? bacio, Gius