martedì 7 ottobre 2008

Tornerà un altro inverno

cadranno mille pètali di rose
La neve coprirà tutte le cose
E forse un po' di pace tornerà...



Maaaaamma mia! A me si stringe il cuore ogni volta che sento questa cacchio di melodia... oddio, ma non starò mica diventando romantica??? O semplicemente la vecchiaia intenerisce anche le pietre? Boh, sarà che tutto in questi giorni mi rammenta che il tempo passa, l'inverno sta per tornare, le foglie cadono e gli amici e le sorelle partono, ma sentire Maretta che canticchiava 'sto pezzo, stamattina, mi ha infuso una malinconia, un languore profondo. Per farla breve, ho dovuto rimediare coi fornelli e mettere in tavola qualcosa di vagamente allegro.
Apro l'armadietto e che ti vedo, un po' nascosto? Un bel pacco di farina per polenta taragna. Tanto vale... il clima lo permette, la giornata pure, il formaggio per irrobustirla ce l'ho, mi faccio la polenta! E magari cerco di darle anche un aspetto divertente, tanto per dimenticare che la neve coprirà tutte le cose (anche perché non è che mi posso illudere di mangiare pomodori e melanzane ancora per molto...)
La neve coprirà – sì – tutte le cose, però noi si risponderà con quei bei piatti d'un certo corpo, se possibile in varie forme e con sapori stuzzicanti, vagamente piccantelli come lo zenzero e il peperoncino di queste verdurine.
Per la serie "tornerà pure l'inverno, ma a un certo punto... chissenefrega!!":-)

Stelline di polenta taragna con verdure allo zenzero



(per 2 persone)
160 g di farina per polenta taragna
6 dl di acqua
150 g di gorgonzola piccante
3 carote
2 cm di zenzero
1 peproncino verde piccante
120 g di fagiolini
olio extravergine
sale

Mondate e sbollentate per 5 minuti i fagiolini, poi scolateli e tagliateli a pezzetti.
Raschiate le carote e tagliatele a bastoncini. In una casseruola scaldate 3 cucchiai di olio extravergine con lo zenzero tagliato a fettine e con il peperoncino, pure a fettine. Quando il tutto sarà ben caldo, aggiungete le carote, mescolate, coprite con un coperchio e lasciate ammorbidire a fuoco medio per 5-6 minuti.
A questo punto, aggiungete i fagiolini, mescolate ancora, salate, coprite e lasciate cuocere per 10 minuti senza aggiungere acqua.

A parte, preparate con l'acqua bollente salata la polenta, in modo da averla morbida. A fine cottura aggiungete un cucchiaio di olio extravergine e il gorgonzola tagliato a pezzetti, amalgamate con cura e mettete in forma (le mie solite stelline di silicone). Lasciate intiepidire per 10 minuti.

Impiattate sformando la stella di polenta, decorate con le verdure saltate e completate con un altro filo d'olio extravergine a crudo.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

cercasi disperatamente bocconotti!!!allora dove li hai nacosti????

Anonimo ha detto...

ma come sono tenere queste steline di polenta....detto da una calabra...è davvero un complimento!!!

Anonimo ha detto...

volevo dire stelline....ops...saro' stordita!!!

mariuzza ha detto...

por favor, firmatevi...

Giuseppe ha detto...

Giuro che il commento sui bocconotti questa volta non è mio! e non è una negazione freudiana!!!