domenica 15 marzo 2009

Something stupid

Nel senso migliore del termine. Qualcosa di stupido, non vuol dire di superfluo, banale, assolutamente rinunciabile, al contrario in quanto facile e per niente ricercato, something stupid può sempre avere il suo beneamato posticino e valore tra le cose da avere e conservare, cucina compresa. Questi biscottini sono proprio something stupid, sweetly stupid, e perciò mi piacciono un sacco. I biscotti a base di pasta frolla semplice, non lievitata sono tra i dolcetti più divertenti che si possano cucinare perché ti permettono di variare all'infinito a seconda della tua fantasia, con le farine, con gli aromi, con le aggiunte e – non ultimo – con le forme e le decorazioni.
basta avere un po' di burro, il resto gira come su una giostra: farina di riso, di castagne, di farro, integrale, mandorle, noci e nocciole macinate finissime, zenzero, cannella, cardamomo, lavanda vaniglia... chi più ne ha più ne metta. L'abbinamento zenzero fresco, miele d'acacia e zucchero di canna è molto delicato, non particolarmente dolce nelle dosi che ho indicato, tanto che la glassa qui ci stava proprio bene, ha reso il biscottino più sfizioso; la scelta del caffè dipende dal fatto che avevo già provato lo zenzero abbinato al caffè e l'avevo trovato molto convincente, ma la glassa può essere profumata sempre con del succo di zenzero, per rafforzare il sapore, oppure con una più golosa glassa di cioccolato. In ogni caso, sono facili, relativamente veloci e sicuramente adatti a vari momenti della giornata. Inoltre, si conservano a lungo in una scatola di latta, perciò: perché non averne una scorta sempre pronta in casa?


Funghetti glassati



200 g di farina manitoba
50 g di farina di farro
90 g di burro
2 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaione di miele d'acacia
zenzero fresco

Per la glassa:
150 g di zucchero al velo
1 tazzina di caffè freddo amaro

In una ciotola setacciate le due farine e impastatele con il burro freddo a pezzetti, ricavando un impasto bricioloso, quindi aggiungete lo zucchero, il miele, un bel tocco di zenzero sbucciato e grattugiato e l'uovo intero. Mescolate velocemente fino a quando la frolla si compatti, quindi formate una palla, avvolgetela in pellicola per alimenti e lasciatela riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Trascorso questo tempo, riprendete la pasta e stendetela su un piano di lavoro, poi con un tagliabiscotti ricavate i funghetti o un altra forma a vostro piacimento. Disponete i biscotti su una placca rivestita da carta forno e cuocete a 170 °c (forno ventilato) per 20 minuti.
Fate raffreddare i funghetti completamente, nel frattempo, mescolate lo zucchero a velo con il caffè freddo, fino a ottenere la giusta consistenza della glassa, densa e filante, né troppo densa né troppo liquida.
Pennelate i funghetti con la glassa e lasciateli asciugare su una gratella fino a quando la glassa si sarà condensata. Serviteli con il caffè, sono buonissimi.

Nessun commento: