martedì 3 marzo 2009

Zenzero e cannella, tanto per cominciare

Zenzero e cannella sono stati il punto di partenza di questa crostata, che doveva essere, in origine, una scatola di biscotti, ma quando faccio dolci so sempre come inizio e non so mai come finisco... Così, mentre impastavo ho pensato che forse avrei potuto valorizzare meglio questa frolla speziata e, non avendo marmellate idonee, ho fatto un classico abbinamento: la crema pasticcera profumata al limone. A quel punto o chiudevo la crostata con le strisce di pasta o m'inventavo qualcos'altro... o mi ricordavo qualcos'altro: mia zia, qualche giorno fa, mi aveva parlato di una torta del diavolo, offerta da un noto ristorante di Diamante, sulla costa tirrenica calabrese, che oltre al peperoncino prevedeva una copertura di meringa alle mandorle. Meringa sì... al limone però, come la crema; le mandorline a lamelle, infine, mi sono finite davanti agli occhi mentre prendevo la farina per la crema... perché no?

Crostata meringata



Per la frolla:
125 g di burro
250 g di farina 00
1 uovo
120 g di zucchero
cannella
zenzero fresco

Per la crema:
1/2 l di latte
4 tuorli
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di farina
1 limone

Per la meringa:
4 albumi
2 cucchiai di succo di limone
la buccia di mezzo limone
zucchero a velo

Impastate con la punta delle dita la farina e il burro freddo a pezzetti, ottenendo un impasto bricioloso, quindi aggiungete 2 cm di zenzero fresco grattugiato e mezzo cucchiaino di cannella, lo zucchero e l'uovo intero. Lavorate velocemente il tutto fino a che la frolla si compatti e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti.

Nel frattempo, scaldate il latte con la buccia del limone e, a parte, mescolate i tuorli con lo zucchero, poi incorporate la farina setacciata e, per ultimo, aggiungete il latte bollente con la buccia del limone. Amalgamate con cura, filtrate direttamente in una casseruola sciacquata con acqua fredda e non asciugata, e tornate su fuoco molto dolce per far addensare la crema, mescolando di continuo con un cucchiaio di legno. Spegnete, coprite con pellicola per alimenti e lasciate raffreddare.

Stendete la frolla e rivestite uno stampo da crostata, quindi versate uno strato di crema.
A parte, montate con le fruste elettriche gli albumi con 4 cucchiai di zucchero a velo e quando il composto comincerà ad assumere consistenza, incorporate lentamente il succo del limone filtrato e la buccia grattuggiata. Continuate a montare fino a che la meringa sarà consistente e lucida. Con una sàc a poche formate le griglie classiche della crostata sulla crema e cuocete in forno ventilato a 150 °C per 50 minuti, poi abbassate a 100 °C, mantenendo il forno ventilato, spolverizzate con mandorle a lamelle e completate l'asciugatura della meringa disponendo il dolce nella parte alta del forno (ci vorranno altri 30 minuti).
Spegnete, sfornate la crostata e lasciatela raffreddare completamente prima di servire.

Nessun commento: