mercoledì 22 settembre 2010

Una zuppetta in giardino

Approfittando del fatto che oggi è una splendida giornata di sole, regalo gradito dell'autunno appena iniziato e speriamo lungo, coriaceo nel non voler cedere il passo all'inverno, faccio sì una zuppetta poco estiva, ma la propongo in giardino, ottenendo così il duplice risultato di scaldare i miei commensali dentro e fuori.
Questa zuppetta verde e corroborante l'ho scoperta in Spagna, grazie ad un bel libro che aveva in casa la mia coinquilina, e che era interamente dedicato a zuppe e minestre, estive e invernali. Io ho apportato alcune varianti all'originale, sia quanto a dosi (meno latte, meno farina) sia quanto a ingredienti (nell'originale c'èrano il riso selvaggio, 1 spicchio d'aglio, più latte e 1 tazza di panna... che fosse un libro stampato oltralpe?). La zuppa è buona calda, ma secondo me è migliore tiepida, perché in questo modo si apprezza anche il sapore della pancetta affumicata. Leggera leggera, certo, non è, dietica neppure, ma insomma è gustosa e ricca d'energia, perciò: approvata!

Zuppetta di spinaci e riso





50 g di pancetta affumicata
1 cipolla
1 tazza di riso superfino
1/2 tazza di latte
1 cucchiaio di farina
2 foglie di alloro
400 g di spinaci freschi
noce moscata
olio extravergine
sale e pepe

Scaldate 4 cucchiai di olio con la pancetta affumicata, quindi aggiungete la cipolla tritata e il riso. Mescolate, fate insaporire per 4 minuti, poi allungate con 2 tazze e mezzo di acqua calda. Unite le foglie di alloro, il sale e il pepe. Portate a ebollizione e fate cuocere per 14 minuti.
A parte, stemperate la farina con il latte fino a ottenere una pastella liquida, versatela in una casseruola e unite il liquido di cottura del riso, che nel frattempo avrete scolato. Portate a ebollizione e lasciate addensare leggermente, come se si trattasse di una besciamella molto fluida, quindi aggiungete gli spinaci ben lavati e tritati. Cuocete per 5 minuti, salate, pepate e profumate con noce moscata. Spegnete e frullate.
Eliminate le foglie d'alloro dal riso, quindi incorporate il passato di spinaci, rimettete sul fuoco per qualche minuto e irrorate con olio extravergine prima di servire, caldo o tiepido.

Nessun commento: