venerdì 17 dicembre 2010

Cocco, nocciole e limone

Ehm, cosa avevo detto recentemente? Che avrei cercato di non postare dolci in questo già di suo calorico dicembre... ma... i dolci sono stati la mia debolezza di bambina golosa e, oggi, di cuoca apprendista, nel senso che, pur non mangiandone molti grazie ad una provvidenziale e salvifica evoluzione del gusto, non so resistere alla tentazione di farli, replicando ricette già collaudate, viste, sentite, variandole in parte o completamente, e (questo è lo spasso maggiore) inventandole di sana pianta. Tutto ciò lo preciso per capire il contesto personale che mi rende sempre incline alla pasticceria. Da un punto di vista congiunturale, invece, devo ammettere che in queste ultime settimane sto latitando perché ho ripreso a lavorare, e anche se trattasi di lavoro part time, perdo un sacco di tempo per via del trasporto: nonostante i miei buoni propositi di blogger, sono fuori casa quando c'è la luce del giorno, e a cena cucino ma non fotografo, perché cerco di utilizzare sempre la luce naturale (nè mi conservo parte della cena per fotografarla al mattino...).
Insomma, non sono una blogger ben organizzata, lo ammetto.
Però (io sono la donna dei "però" e dei "ma") ieri sera sono rientrata a casa alle cinque e mezza con un'idea in testa: una torta bagnata, umida che sapesse di cocco e limone, e fosse ciononostante bella "rustica" per via della farina integrale e delle nocciole spezzettate. Come facevo a non postarla, questa torta morbida e profumata che è nata dopo una giornata bella piena, per un terzo trascorsa a inveire contro i disservizi pubblici? Lei, proprio questa torta semplice, dall'aspetto per nulla pomposo che sfida i dolci di questa stagione, è un perfetto dopo pranzo, un convincente accompagnamento al té pomeridiano o, perché no?, il confortevole completamento di un bel caffè nero a colazione (come ho fatto io il giorno dopo, per via del necessario riposo che m'ha permesso anche di fotografare al momento giusto). Al nome, poi con calma ci penserò...

Torta cocco, nocciole e limone






100 g di cocco grattugiato
100 g di nocciole tritate grossolanamente
mezzo bicchiere di latte
mezza stecca di cannella
4 uova
4 cucchiai di zucchero
120 g di farina integrale
40 g di burro sciolto

Per lo sciroppo:
150 g di zucchero
succo e buccia grattugiata di 2 limoni non trattati
mezzo bicchiere d'acqua

Portate a bollore il latte con la mezza stecca di cannella, quindi versatelo sul cocco grattuggiato e lasciate riposare per 10 minuti (il latte sarà completamente assorbito dal cocco, che risulterà più morbido nell'impasto).

A parte, mescolate la farina integrale con le nocciole tritate grossolanamente e sciogliete il burro a bagnomaria.

In una ciotola battete le uova intere con lo zucchero fino a che saranno diventate chiare e spumose, a questo punto, incorporate il cocco (eliminate la cannella) e di seguito il burro sciolto e tiepido. Amalgamate con cura, quindi aggiungete il mix di farina e nocciole e, per ultima, la bustina di lievito. Versate il composto ottenuto in una teglia tonda imburrata e infarinata e cuocete a 180 °C per 30-35 minuti.

Nel frattempo, portate a bollore l'acqua con lo zucchero, lasciate sobbollire lentamente per 5 minuti, quindi incirporate la buccia grattugiata e il succo ben filtrato dei limoni. Lasciate riposare.

Quando la torta sarà pronta, sfornatela e bagnatela immediatamente con tutto lo sciroppo. Lasciate riposare qualche ora prima di servire.

Nessun commento: