domenica 6 marzo 2011

Risotto e cavolfiore all'arancia

Non so bene quando, non so bene dove, ma io questa ricetta da qualche parte l'ho letta. E me la sono pure appuntata su uno dei miei preziosi quadernetti, ma il quadernetto in questione, stamattina che non so neppure per quale strana ragione mi sono ricordata del piatto, proprio non l'ho trovato. Sarà in uno dei tanti scatoloni che staziona a casa di mia sorella da più d'un anno. Diciamo due, va'.
Quindi, tornando al risotto, essendomi messa in testa di farlo, sono scesa a comprare quanto mi mancava (arance e cavolfiore, mica poco...) e l'ho cucinato cercando di ricordare, ma un po' anche a senso, a naso, come m'ispirava di più.
Dell'originale ricordo che m'era piaciuto molto il fatto di abbinare il cavolfiore con l'arancia, e che poi – volendo entrare nel dettaglio – era curioso già il fatto di dedicare un risotto al cavolfiore, perché ci fai la pasta, col cavolfiore, lo fai gratinato, ci fai gli sformati, ma non ho mai sentito di fare il risotto col cavolfiore. Magari mi sbaglio, ma insomma mi sembrava un'abbinata un poco... esotica, perché non provarla?
Nella mia versione il fondo del risotto è stato fatto con cipolla rossa e olio evo, poi il cavolfiore a rosette, l'alloro, il riso, il succo d'arancia e la mantecatura finale, a base di parmigiano e buccia grattugiata. Niente burro. Profumato, profumatissimo. E delicato. Un risottino che celebra degnamente il ritorno del sole.


Risotto e cavolfiore all'arancia






(per 2/3 persone)

1 cavolfiore piccolo
1 arancia
1 bicchiere di riso baldo
2 foglie d'alloro
mezza cipolla rossa
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
brodo vegetale
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Mondate il cavolfiore e tagliatelo a rosette. Sbucciate e tagliate a velo la cipolla.
In una casseruola dal fondo pesante scaldate 2 cucchiai di olio evo con la cipolla e lasciate stufare a fuoco lento per 5-6 minuti, quindi aggiungete il cavolfiore, coprite e lasciate insaporire, poi allungate con 1 bicchiere di acqua calda, salate, pepate e unite le 2 foglie d'alloro. Coprite e lasciate cuocere per 8-10 minuti, fino a che l'acqua si sarà asciugata. A questo punto aggiungete il riso, alzate la fiamma e lasciate tostare i chicchi, che dovranno risultare lucidi.
Grattugiate la buccia dell'arancia e poi ricavatene il succo, filtratelo e con questo sfumate il riso. Lasciate assorbire anche questo liquido, quindi cominciate a unire il brodo vegetale bollente, un mestolo alla volta. Portate a cottura il risotto (ci vorranno circa 15 minuti). Quando il riso sarà al dente, eliminate le foglie di alloro e spegnete il fuoco. Mantecate con il parmigiano e profumate con la buccia d'arancia grattugiata prima di servire ben caldo.

3 commenti:

sergio ha detto...

http://www.insiemeate.net/

sergio ha detto...

Carissimo/a
Sto per aggiornare l’elenco dei food blog italiani
Mi piacerebbe sapere:
In che anno hai aperto il blog
Possibilmente la tua città e provincia.

Grazie
Puoi comunicarmelo al seguente link (se vuoi)

http://griglia-e-pestello.blogspot.com/p/food-blog-italiani.html


sergio.

perdona il primo commento!

Lucia ha detto...

Un risotto originale che mi ispira tanto... ma proprio tanto!