venerdì 19 agosto 2011

Crema fredda di carote e mandorle

Dopo un luglio decisamente al di sotto della media, dopo un inizio d'agosto che non prometteva particolarmente bene, ecco che pare essere scoppiata l'estate, col suo bel carico tipicamente padano di afa e umidità. La temperatura sale e la voglia di mangiare, ahimè, scende, nel senso che appare troppo faticoso mettersi a tavola verso le 14, nè tantomeno risulta più praticabile la via del panozzo rapido, che poi tanto rapido a lasciare lo stomaco non è. Così, mossa da una reminescenza delle mie, mi è sembrata molto più raccomandabile la via delle creme di fredde di verdure, e, tra queste, ricordavo di aver segnato da qualche parte una a base di carote e mandorle. Già, ricordavo di aver segnato, ma dove? su quale foglio o diario o quaderno? Troppi appunti, troppo male organizzati, troppa poca memoria, perciò quella crema l'ho ricostruita, reinventata, partendo dai due ingredienti base: carote e mandorle. Fiduciosa che un giorno o l'altro mi verrà in mente dove diavolo ho scritto l'originale di questa ricetta letta in Spagna (ma credo proprio che non sia spagnola), vi segno qui la mia versione, da gustare bella fredda in un orario imprecisato di queste lunghissime, e purtroppo per me senza mare, giornate di sole.


Crema fredda di carote di mandorle






mezza cipolla
250 g di carote
3 tazze d'acqua
30 g di pane raffermo
3/4 di tazza di farina di mandorle
1 cucchiaio di succo di limone
cannella
olio evo
sale e pepe

In una casseruola scaldate 2 cucchiai di olio evo con la cipolla tritata e le carote raschiate e tagliate a pezzetti, quindi allungate con l'acqua, portate a bollore e fate cuocere per 30 minuti.
A parte, ammollate il pane in acqua fredda e strizzatelo bene. Trascorso il tempo di cottura delle carote, aggiungete nella casseruola il pane e la farina di mandorle, mescolate bene, salate, pepate e fate cuocere per altri 15 minuti. Spegnete, unite il succo di limone, frullate e mettete a raffreddare (dopo aver raggiunto la temperatura ambiente, tenete in frigo).
Prima di servire, spolverizzate la crema con un pizzico di cannella.

4 commenti:

acquaviva ha detto...

ma che ti importa di ritrovare l'appunto originale? In cucina si vive di suggestioni... Bello limone e pane, mi hai dato da pensare...

mariuzza ha detto...

io credo che sarebbe appetibile anche la versione dolce di questa crema... so che non ami molto genere, ma pure io mi sono data da pensare... chissà che ne viene fuori...

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao, una crema davvero ricercata e particolare! il duo carote e mandorle si triva spessissimo sopratutto nei dolci, ma in questa versione cremosa e salata è particolarissima!
baci baci

lerocherhotel ha detto...

Buonaaaaaaaaaa! Vogliamo provarla