domenica 11 giugno 2017

Crostata ricca con crema al limone e confettura di fichi, senza glutine



La mia vicina di casa ha due figlie stupende: la prima si chiama Clara, ed è nata quando io mi sono trasferita nella mia attuale dimora, nell'ormai lontano 2012; la seconda si chiama Marta, e da poco ha compiuto un anno. Sono due bimbe belle e intelligenti, con dei nomi splendidi e spesso mi rallegrano i pomeriggi venendomi a trovare. Clara s'incanta davanti alla mia maxi televisione, dove vede film d'animazione senza smettere di farmi domande su qualunque cosa catturi la sua attenzione, mentre Marta si lancia in perlustrazione della casa, gattonando a velocità sostenuta, e schivando gli ostacoli (o incontrandoli senza per questo versare una lacrima!). Entrambe sono nate a maggio, e quest'anno ho avuto il piacere di fare per tutte e due le torte per le loro feste di compleanno.
Il compleanno di Marta, la piccolina di cui conservo nel mio cellulare un file audio in cui imita alla perfezione il verso della caffettiera gorgogliante, è stato il 20 di maggio, e per l'occasione avevo preparato una torta di mele, una torta frangipane e una torta al cioccolato.
Il compleanno di Clara, la sorella grande che ha appena compiuto 5 anni e che sin da piccola mi stupiva per il suo eloquio fuori dal comune, è stato 9 giorni più tardi, ma lei ha voluto aspettare l'avvicinarsi della fine della scuola per festeggiare in maggiore libertà coi suoi compagni d'asilo. Quindi la festa è oggi pomeriggio, e per questa festa ho preparato, ancora una volta, 3 torte. Però ovviamente Clara è più esigente, e quindi aveva delle richieste specifiche:
una torta che ricordasse il pandistelle
una torta con i marshmallow
una crostata
Ora, la mamma di Clara e Marta è celiaca, e mentre l'altra volta ha potuto mangiare solo la torta al cioccolato, a 'sto giro ho pensato fosse giusto che tutte e tre le torte fossero senza glutine.
Quindi, per la torta simil-pandistelle (le stelline di zucchero non le ho trovate, perciò ho dovuto ripiegare su cuoricini bianchi, rosa e violetti) ho pensato ad una semplice caprese: solo mandorle, burro, cioccolato e uova.
Per la torta con i marshmallows ho fatto una madeira cake (di cui avevo già postato una versione qui) con mix di farine senza glutine, farcita con crema pasticcera e marmellata di arance, più una glassa al cioccolato bianco colorata di verde (i decori erano foglie di pasta di zucchero e marshmallows a forma di margherite, a ricordare un prato).
Per la crostata ho preparato una frolla con farine senza glutine, un mix comune, non specifico per crostate, farcita con crema al limone da forno e confettura di fichi.



Non ne ho provato neppure una, non ne ho certezza, ma delle tre preparate vi riporto qui la ricetta di quella che avrei mangiato io oggi con questo caldo: la crostata. Perché - come sapete - adoro la pasta frolla e perché m'ispira parecchio il contrasto tra i fichi e il limone, che mi ricorda l'estate. Infine le crostate che alternano crema e confettura sono assai golose, irresistibili per me.
Ecco la ricetta:

Crostata senza glutine con crema al limone e confettura di fichi



(dose per uno stampo tondo da 26 cm di diametro)
Per la frolla:
450 g di farina senza glutine (potete utilizzare uno di quei mix già in commercio)
140 g di zucchero
110 g di burro
2 uova grandi (circa 120 g)
1 limone

Per la crema:
500 ml di latte
100 g di tuorli (circa 5 uova)
160 g di zucchero
40 g di fecola di patate
1 limone

3-4 cucchiaiate abbondanti di confettura di fichi

Lavorare la farina con il burro freddo tagliato a pezzettini utilizzando la punta delle dita fino ad ottenere un impasto bricioloso quindi unire lo zucchero e la buccia grattugiata del limone. Mescolare velocemente e unire anche le uova, a temperatura ambiente. Impastare fino a compattare il tutto, appiattire leggermente, coprire con pellicola per alimenti e far riposare in frigo (il minimo è qualche ora, io l'ho fatta il giorno prima di cuocere la crostata e ho tirato fuori l'impasto una mezz'ora prima di accendere il fuoco, giusto per facilitare la stesura).
Scaldare il latte (portare a 60 °C) con la buccia del limone prelevata utilizzando un pelapatate.
A parte in una ciotola, mescolare i tuorli con lo zucchero, quindi unire la fecola e, diluire il composto ottenuto con il latte caldo aromatizzato.
Io per velocizzare (avevo 3 torte da fare!) a questo punto ho utilizzato il bimby: filtrate il composto ottenuto di latte, fecola e uova nel bimby (eliminate anche le bucce del limone, che già hanno rilasciato il loro profumo). Impostate la temperatura su 80 °C e accendete portando a velocità 3 per 6 minuti. Trascorso questo tempo, e senza aprire il coperchio del bimby, impostate la temperatura su 90°C portando a velocità tra il 3 e il 4 per altri 3 minuti. La crema è pronta!
Versatela in una ciotola fredda, ricoprite con pellicola, facendola aderire alla crema e fate raffreddare.
Componete la crostata: stendete la frolla e rivestite un stampo tondo, bucherellate bene il fondo e distribuitevi la confettura di fichi, quindi versate su tutto la crema pasticcera e chiudete il dolce (io ho messo in freezer per 10 minuti i ritagli di frolla avanzata in modo da ottenere una palla di pasta piuttosto soda, che poi ho passato in una grattugia a fori larghi per ricoprire la superficie del dolce; una vecchia tecnica che mi aveva raccontato mia nonna e che rende la frolla ancora più croccante).
Cuocete in forno a 175 °C per 40 minuti. Fate raffreddare completamente e spolverizzate con zucchero al velo prima di servire.

Nessun commento: